• Home
  • Blog
  • Assoc. Culturale e compagnia teatrale a Roma: I Servitori dell'Arte
Compagnia teatrale a Roma: I Servitori dell'Arte

Assoc. Culturale e compagnia teatrale a Roma: I Servitori dell'Arte

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

"I Servitori dell'Arte" sono un’Associazione Culturale e una compagnia teatrale  di Roma con cui Eventonic ha stretto una proficua collaborazione. Abbiamo chiesto ai giovani attori e professionisti che la compongono di parlarci di loro, e puntualmentelo ci hanno descritto la loro storia, la filosofia che li muove e quali attività svolgono nel campo degli eventi culturali.

L'Associazione Culturale e compagnia teatrale "I Servitori dell'Arte" non si occupa solo di mettere in scena spettacoli teatrali, e non solo nei teatri di Roma. "I Servitori dell'Arte", infatti, non sono una compagnia teatrale amatoriale, ma una compagine formata da bravi attori, brave attrici e professionisti del settore che girano nei teatri di tutta Italia. Inoltre la versatilità e le capacità teatrali de "I Servitori dell'Arte" permettono loro di organizzare e gestire con maestria visite guidate animate, serate a tema, cene con delitto e laboratori artistici.

 

SCOPRI DI PIÙ

Insomma, siamo difronte a una compagnia teatrale di Roma dalle ottime qualità sceniche e un'Associazione Culturale capace di vivificare e dar visibilità alla cultura artistico-teatrale a partire dal territorio locale per espandersi in tutto il territorio nazionale.

Ecco un estratto del loro discorso.

I SERVITORI DELL'ARTE: UNO PER TUTTI, TUTTI PER L'ARTE

 

servitori dell'arte compagnia teatrale roma

 

A circa 38 chilometri da Roma, lungo la Via Aurelia, antica strada romana voluta nel 251 a.C dal Console Gaio Aurelio Cotta e che oggi collega la nostra bella capitale alla Francia, c’è una splendida cittadina balneare: Ladispoli.

E’ qui, in questa terra le cui origini si perdono nelle memorie etrusche, che ha inizio la nostra storia: la storia de “I Servitori dell'Arte”.

L’idea è di Manuel D'Aleo che, nel 2008, compie il primo significativo passo nella direzione di quelli che sarebbero poi ufficialmente diventati, solo due anni più tardi con la fondazione dell’Associazione Culturale, “I Servitori dell'Arte”. L’intento è quello di andare a integrare, se non addirittura a formare da zero, una cultura teatrale un po’ spenta ma, storicamente parlando, da sempre parte di questo territorio.

Ma chi sono, dunque, “I Servitori dell'Arte”? “I Servitori dell'Arte” sono giovani attori e professionisti del settore mossi da un medesimo fuoco interiore: quell’amore vero e sincero per l’Arte che li rende prima di tutto un canale di trasmissione della cultura artistico-teatrale e non dei comuni consumatori qualsiasi.

L’amore autentico per il Teatro, per la Signora Arte in tutte le sue forme, il tacito e condiviso farsi veicolo di diffusione; ebbene, è proprio questo il collante che tiene unite le numerose e variopinte tessere del variegato mosaico umano ed artistico che porta il nome de “I Servitori dell'Arte”.

Tutti, attori e collaboratori, diventano tasselli significativi all'interno di un disegno ben definito e, in linea con il cosiddetto “olismo”, principio filosofico e metodologico proprio di molte scienze, il risultato del loro cooperare supera di gran lunga la somma dei singoli contributi che ciascuno apporta.

Citando la battuta di un noto film d’animazione del 2008 (Kung Fu Panda), “…non esiste un ingrediente segreto. Perché una cosa sia speciale, devi solo credere che lo sia”. E “I Servitori dell'Arte”, nella loro umile semplicità e missione, lo sono.

La loro offerta culturale è davvero vasta e fruibile da ogni fascia d’età.

Non solo spettacoli teatrali, ma anche visite guidate animate, serate a tema e laboratori artistici perché, se c’è una cosa che “I Servitori dell'Arte” conoscono bene, è proprio la poliedricità, un’attitudine indispensabile per veicolare il messaggio del bello e del vasto patrimonio culturale a cui possiamo accedere tutti, indistintamente.

Del resto “il mondo è un bel libro, ma poco serve a chi non lo sa leggere”. (cit. Carlo Goldoni).

L’arte non ha confini e non ha barriere, i limiti, laddove esistano, esistono sempre e solo nella mente umana.

Occorre “…essere temerari, tentare anche l’impossibile e non permettere a nessuno di porvi dei limiti…”, come insegna un altro famoso film d’animazione Disney, “Ratatouille”.

Il mettersi continuamente alla prova, il cercare sempre nuovi sbocchi, nuovi scenari e nuove soluzioni senza abbandonare mai quel sogno che arde dentro: è il “fondo di cottura” del sopracitato film, è l'attitudine proattiva, con il linguaggio artistico, de “I Servitori dell'Arte”.

 

Organizza il tuo evento con i Servitori dell'Arte

Scopri come

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli Correlati

Cosa cerchi?